Sabato, 11 Luglio 2020 21:22

Le Interviste del Borgo, parte 4

Scritto da Blogger
Vota questo articolo
(0 Voti)

Gli appuntamenti con le interviste de Il Borgo della Canapa proseguono con le parole del Dott. Alberto Di Maio, Responsabile Fundraising di Resilienza Italia ed esperto del settore.

 

1) Cosa ne pensa del progetto il Borgo della Canapa?

Venuto a conoscenza del progetto del Borgo della Canapa sono rimasto colpito dal potenziale di crescita sociale insito in esso, dalle sinergie che avrebbe potuto creare tra diverse categorie lavorative e, ovviamente, dal forte impatto Green che la sua realizzazione avrebbe portato sul territorio.

 

2) Perché ha deciso di collaborare con Resilienza Italia? 

Sono stato catturato dalla sicurezza e dalla volontà di portare una nuova realtà in Italia come il Borgo della Canapa da parte del Presidente Francesco Vitabile e di tutto lo staff di Resilienza Italia. È necessaria molta energia per creare qualcosa da zero e dare le fondamenta ad un progetto di così grande importanza per il territorio italiano.

Ritengo che la strada intrapresa da Resilienza Italia per creare un circolo virtuoso tra Profit e No Profit sia una scelta vincente ad ogni livello di impatto, specie in un periodo economicamente impegnativo come quello attuale.

 

3) Come si può integrare con il progetto di Resilienza Italia Onlus?

La mia esperienza nel Terzo Settore, nel campo della comunicazione, della raccolta fondi e creazione di progetti – crowdfunding e fundraising - darà supporto agli attuali sviluppi in corso d’opera del progetto del Borgo e dei numerosi altri progetti di Resilienza Italia, per creare il maggior numero di sinergie possibili tra Profit e No Profit, in un’ottica di ottimizzazione dei risultati.

Attraverso il mio apporto tecnico sarà più agevole lavorare parallelamente a più progetti, i quali supporteranno nel tempo l'Ecovillaggio e le iniziative di Resilienza Italia sul tema, fornendo il giusto risalto ad un nuovo modo di vedere il No Profit, già intrapreso dall'Associazione.

Letto 198 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.